orientarci/si

Abbiamo deciso di inaugurare “orientarci/si” con una performance a partecipazione collettiva poiché riteniamo che alcuni linguaggi siano in grado più di altri di “parlare” in modo efficace. L’arte, nelle sue tante forme e declinazioni, come sottolinea F. Schott-Billmann, da un lato di ex-prime (preme fuori, esprime) e dall’altro im-pressiona (preme dentro, im-prime), produce shock estetico e proprio per questo favorisce il processo trasformativo.

Quindi per presentarci come associazione che tenta il dialogo tra più ambienti disciplinari, abbiamo deciso di partire dall’esperienza, prima che dalla teoria. L’esperienza vissuta e condivisa dai partecipanti ha preceduto il tempo dedicato agli interventi verbali, volti a narrare ciò che ci muove e a dare voce ad alcuni membri che hanno portato la loro testimonianza rispetto all’uso che si può fare dell’antropologia fuori (e anche dentro) l’accademia.

Ciò che la parola non dice, il corpo esprime

Esplorazioni in danzamovimentoterapia con giovani aspiranti infermieri

Il 6 dicembre 2016 la giornata comincia presto. Alle 8 del mattino siamo pronti per entrare in una RSA della periferia ovest di Torino, nello spazio adibito alle attività di formazione con studenti universitari del Corso di Laurea in Infermieristica. I venti ragazzi circa che conosceremo hanno scelto di partecipare ad un percorso laboratoriale di Danzamovimentoterapia Espressivo-Relazionale (DMT-ER), che nel corso del triennio si inserisce nella formazione alla Relazione d’aiuto e al Caring.

Ci attende una mattinata intera di lavoro; sono alla prima esperienza in questo contesto. Insieme con un’altra tirocinante affiancheremo nella conduzione del laboratorio una danzaterapeuta ed infermiera di lunga esperienza e un professore di Scienze Infermieristiche, che oggi indossa la veste istituzionale di titolare del corso, ma che ho conosciuto nel ruolo di allievo presso la scuola di DMT-ER che frequento da un anno, e che ha reso possibile l’inclusione della DMT-ER nel programma curricolare del Corso di Laurea.