Il Natale sul banco degli imputati

Anche quest’anno arriva il Natale e anche quest’anno arrivano le polemiche. L’ultimo esempio a Bollate, dove nel presepe realizzato in una scuola elementare, la capanna è stata sostituita da un barcone e ha scatenato commenti da parte della sezione locale della Lega Nord.

In realtà è il Natale, e il modo in cui lo festeggiamo, ad essere ogni anno l’occasione per una discussione sull'”originalità” della celebrazione e il “vero senso” della festa.

Quest’anno ramodoro vuole farvi i migliori auguri per le feste in arrivo riproponendo alcuni passi di un breve saggio di Claude Lévi-strauss intitolato “Babbo Natale giustiziato” (in originale “Le Père Noël supplicié“, apparso nel 1952 sulla rivista Les Tempes Modernes).

Per l’anno che verrà

Pochi mesi fa iniziava la nuova avventura del Bosco di Diana.

L’accoglienza del progetto è stata davvero calorosa. In pochi mesi grazie all’impegno dei membri di ramodoro sono stati pubblicati dei contributi su tematiche eterogenee: cura, danza, migranti, genere, progetti artistici, estratti dai classici dell’antropologia. In pochi mesi abbiamo toccato diversi continenti: siamo stati in Sudafrica con Marco, in Uganda con Gigi, in India con Federica ed in Australia in compagnia di Alessandro.

Siamo solo all’inizio!