Hitler non è morto

Oggi vi presentiamo un estratto da un classico dell’antropologia: Pelle Nera, Maschere Bianche. Un testo che ha ispirato e guidato i membri di ramodoro, come molti altri antropologi, scienziati sociali e psichiatri. Con la promessa di ritornare ad esplorare più in profondità questa opera complessa che ha purtroppo il potere di illuminare con dolorosa chiarezza il nostro presente, vi lasciamo alle parole di Franz Fanon.

Happy Diwali!

Il 13 novembre in tutta l’India si festeggia il Diwali, o “festival delle luci”, una delle più importanti festività del calendario indù. Ogni casa si ricopre di luci colorate per celebrare la vittoria del bene sul male ed il ritorno a casa del dio Rama. Durante il Diwali inoltre, si prega Kali affinché porti salute e prosperità. Secondo la tradizione, se nella notte tra il 13 ed il 14 novembre la divinità troverà una casa decorata e illuminata, entrerà più volentieri, accogliendo quindi le preghiere dei propri fedeli.

I corpi abietti del Sudafrica contemporaneo

Il Sudafrica contemporaneo è un Paese ricco di contraddizioni, una Nazione che ha legalizzato i matrimoni omosessuali, ma che è dominata da una società profondamente eterosessista. In Sudafrica, la percezione generale che si ha della sessualità è sempre legata all’eterosessualità.

L’omosessualità, soprattuto quella femminile, è considerata come una sfida alle norme di genere e un pericolo per l’ordine sociale tradizionale. Il disprezzo per le donne lesbiche è così radicato che queste vengono considerate delle malate da curare o meglio da correggere con le becere pratiche degli stupri correttivi, che tutti i giorni, nel silenzio del Governo, riempiono le pagine della cronaca.

second skin

Sono rientrato domenica da una missione a Fort Portal, una città dell’Uganda occidentale, sui monti Ruwenzori, dove ho affiancato il team di Cute Project.

Cute Project è una onlus torinese presieduta dal Dott.or Daniele Bollero, che da anni lavora nella formazione teorica e pratica del personale sanitario nei paesi in via di sviluppo, in particolare nell’ambito della chirurgia plastica ricostruttiva e nella prevenzione delle ustioni.

La storia -non proprio africana- dei tessuti African print

Ben riconoscibili nell’incessante varietà dei loro contrasti cromatici ed esuberanti motivi decorativi -dai disegni astratti e geometrici, a quelli ispirati al mondo vegetale e animale (fiori, galline, pesci…), a quello gli oggetti (orologi, rossetti, sedie…)-, i tessuti African print appaiono da oltre un secolo come vere e proprie icone dell’appartenenza culturale africana, tanto nel continente quanto nelle comunità della diaspora.

Ascanio

“Ascanio” è un progetto-video nato dalla volontà di mettere in luce l’antico mestiere del barbiere, un mestiere che in alcuni – e rari – casi è ancora portatore di valori e significati che oggi, a causa della crisi economica, delle nuove mode e tendenze ma anche del naturale ricambio generazionale stanno lentamente sparendo.

(altro…)