Il curriculum dell’Associazione

Denominazione: Ramodoro – Antropologia Pratica per il Sociale

Tipo di attività: Integrazione Sociale, Formazione Antropologia Culturale, Tutela e promozione diritti

Codice fiscale: 90061960028

Presidente: Aurora Lo Bue

Vicepresidente/Segretario: Eleonora Spina

Tesoriere: Letizia Cassina

Sede legale: Via Emilia 17 – 13900 – Biella (BI)

E-mail: ramodoro2013@gmail.com

Missione

Ramodoro – antropologia pratica per il sociale – è un’associazione di promozione sociale fondata da antropologi culturali ed artisti contemporanei con sede a Biella.
Il gruppo si propone di FARE antropologia attraverso la ricerca di forme applicative della teoria, basata su metodologie e pratiche euristiche dirette principalmente all’emancipazione di soggetti vulnerabili, realizzando progetti di tipo formativo, partecipativo, creativo.
Le azioni proposte da Ramodoro si caratterizzano per una particolare attenzione prestata ai processi con pratiche metodologiche che non mai mirano direttamente agli obiettivi ma tentano di coglierli in collaborazione con i destinatari dei progetti.
Per questo motivo riteniamo di condividere con l’arte contemporanea e performativa quegli approcci metodologici capaci di produrre risposte complesse a quesiti e problematiche contemporanee.
La nostra proposta è diretta a chi già opera in ambito sociale offrendo una diversa prospettiva in grado di fornire strumenti per leggere ed operare nella complessità odierna.
Nel campo dell’antropologia medica la nostra associazione si propone di collaborare come partner dialogico di istituzioni mediche sia in ambito formativo che fornendo strumenti interpretativi idonei a migliorare i processi di diagnosi e di cura, non solo di pazienti stranieri, con l’obiettivo di comprenderne la sofferenza, far emergere i significati culturali, sociali ed esistenziali presenti nell’esperienza di malattia e nel disagio esistenziale.
L’associazione, attiva principalmente tra Biella e Torino, intende inoltre collaborare con tutti quegli enti già operativi sul territorio che ne condividono strategie ed obiettivi rispondendo alla diffusa, ma talvolta inespressa, domanda sociale di antropologia.

Progetti e attività

  • Formazione a favore di personale medico, sociale e socio-sanitario
    Committente: CCM Comitato di Collaborazione Medica, Torino
    Maggio 2013
    Attività di formazione nell’ambito del progetto “Non solo asilo 4” FER. Incontro formativo sui temi dell’antropologia medica e dell’etnopsichiatria (2h)
  • Salute e immigrazione: lo sguardo dell’Antropologia Medica
    Committente: ASL Biella
    Settembre/Ottobre 2013
    Formazione a favore di personale medico, sociale e socio-sanitario (4h)
    Il corso ha inteso presentare l’approccio dell’Antropologia Medica per approfondire e discutere quanto i suoi strumenti, nella loro veste teorico-operativa, possano essere adottati nel complesso processo di cura dei pazienti stranieri attraverso la problematizzazione dei processi socioculturali nei contesti sanitari.
    L’approccio etnopsichiatrico e la mediazione etnoclinica: risorse per la salute mentale (4h)
    Il corso intende innanzi tutto ricostruire per sommi capi la storia della disciplina, dalla psichiatria coloniale e transculturale, all’etnopsichiatria com’è intesa attualmente, avendo cura di metterne in luce le progressive acquisizioni, così come i dubbi ancora insoluti e le criticità tuttora irrisolte. Attraverso l’esame di alcuni casi clinici, si illustrerà l’importante apporto che questa scienza ibrida, frutto di uno scambio fecondo tra psichiatria e antropologia, può dare oggi alla cura non solo dei pazienti migranti, ma anche dei pazienti ascrivibili a quell’area culturale che per comodità chiamiamo Occidente, soprattutto laddove la psichiatria tradizionale e le sue categorie diagnostiche svelano i loro limiti nel dar ragione e nel “contenere” le esperienze di sofferenza.
  • Sliding Gates. Tra inclusione ed esclusione: migranti e richiedenti asilo.
    Committente: Camera del lavoro di Biella
    Gennaio 2014
    Attività laboratoriali rivolte a studenti di scuole superiori biellesi nell’ambito della giornata sulla cittadinanza organizzata dalla Camera del Lavoro e Centro di documentazione sindacale di Biella.
  • La scuola di tutti. La scuola di ognuno.
    Committente: Istituto Comprensivo Biella I
    Marzo-Giugno 2016
    Attività laboratoriali rivolte a studenti di scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado dell’istituto comprensivo Biella I. Tematiche: accesso all’istruzione, mondialità, integrazione e discriminazione.
  • Altre sofferenze: Progetto di Medicina Interculturale in collaborazione con Mi.Sa ambulatorio
    Committente: ASPIC – Associazione Paziente immunocompromesso
    Novembre 2013/Oggi
    Migrazioni e Salute dell’Ospedale Amedeo di Savoia, Torino. Applicazione della MINI (Mc Gill Illness Interview) ai pazienti stranieri dell’ambulatorio affetti da HIV e TBC.