Ascanio

“Ascanio” è un progetto-video nato dalla volontà di mettere in luce l’antico mestiere del barbiere, un mestiere che in alcuni – e rari – casi è ancora portatore di valori e significati che oggi, a causa della crisi economica, delle nuove mode e tendenze ma anche del naturale ricambio generazionale stanno lentamente sparendo.

Questo progetto si colloca all’interno di una più ampia ricerca sui mestieri manuali tradizionali, che oggi vengono sempre più sostituiti dall’industria a basso costo o da altri tipi di attività in linea con le strategie di branding urbano. I segreti del mestiere e la cura della qualità sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano tali mestieri. Questi artigiani fanno del loro mestiere un’arte ricca di umanità, competenza e impegno. Il radicamento in un luogo, quale è la bottega, e l’abilità tecnica acquisita attraverso un lungo apprendistato e spesso tramandata di generazione in generazione, li rendono un simbolo della resistenza all’alienazione del mondo globalizzato, un mondo in cui l’abilità nel mestiere è sempre più legata alle capacità imprenditoriali, all’abilità di rendersi mobili e versatili a seconda della richiesta e della ricerca del profitto.

Entrare nella bottega di Ascanio equivale a fare un tuffo nel passato. È arredata con poltrone e sedie d’epoca, le pareti sono ricoperte di specchi antichi e fotografie di cantanti e attori di altri tempi, si possono ascoltare a tutto volume le voci di Little Tony, Mal e Bobby Solo, ogni tanto scattose a causa del deterioramento dei dischi dovuto al tempo e ai numerosi ascolti. Ascanio è molto consapevole del valore del suo mestiere. Tagliare i capelli è un’arte, appresa solo dopo tanti anni di pratica. È fiero di non aver mai cercato la ricchezza materiale, perché per lui la vera ricchezza è quella interiore data dalle soddisfazioni dell’esperienza.

Add Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.