Inugurazione mostra fotografica IESA

Ci si deve prendere cura degli altri senza soffocarne la voce.

Agostino Pirella

È stata inaugurata giovedì presso il foyer della Lavanderia a Vapore di Collegno la mostra fotografica sul Servizio IESA ASL TO3, curata da IESA ASL TO3 insieme a ramodoro e all’equipe del servizio.

Attraverso la fotografia partecipativa ci siamo posti l’obiettivo di raccontare il progetto IESA attraverso l’occhio e l’esclusivo punto di vista dei membri delle famiglie del progetto.

L’obiettivo era quello di far emergere le tante identità dello IESA e di decostruire i concetti di famiglia e normalità.

Per farlo abbiamo chiesto alle persone di scattare delle foto e di raccontare attraverso le tematiche del tempo, dello spazio e della condivisione alcuni momenti della loro quotidianità, senza alcun filtro, in totale libertà e con la consapevolezza che per farlo non era richiesto alcun requisito o competenza tecnica in fotografia.

Anche gli strumenti potevano essere di qualunque tipo: dallo smartphone alla macchina fotografica professionale, passando per una usa e getta. Ciò che ne abbiamo ottenuto è una ricerca costante dell’altro, nelle fotografie emerge prepotentemente quest’immersione nell’alterità.

Ogni scatto è un crogiolo di relazioni un continuo capovolgimento dei ruoli di osservato e osservatore, di soggetto e oggetto, in cui la normalità non esiste più e tutto diventa relativo.

Di seguito proponiamo il saluto delle autorità durante l’inaugurazione della mostra e l’incontro pubblico in memoria di Agostino Pirella, psichiatra tra i protagonisti della rivoluzione Basaglia, a un anno dalla sua scomparsa.

Add Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.