Ascanio

“Ascanio” è un progetto-video nato dalla volontà di mettere in luce l’antico mestiere del barbiere, un mestiere che in alcuni – e rari – casi è ancora portatore di valori e significati che oggi, a causa della crisi economica, delle nuove mode e tendenze ma anche del naturale ricambio generazionale stanno lentamente sparendo.

(altro…)

Chatwin, i canti e le vie – Prima Parte

Comunità e fratellanza: pensare la terra attraverso una parentela spirituale “senza limiti”

Prima parte

Certamente avrete sentito parlare di Bruce Chatwin e del suo popolarissimo scritto Le Vie dei Canti. Di seguito potrete trovare alcuni estratti del libro, arricchiti da altre fonti e alcune riflessioni personali sviluppate durante il mio percorso di studi. Il tutto al fine di dare un rapido sguardo ad uno degli elementi più suggestivi riguardanti i popoli dell’Australia indigena: il legame con la terra.

Antropologia, danza, cura: ponti e intrecci

Intorno al 1940 Marian Chace, danzatrice e prima danzaterapeuta, sperimentava molto pionieristicamente l’efficacia della cura attraverso il linguaggio corporeo e la danza con i pazienti di un ospedale psichiatrico di Washington D.C. Affermando che «l’immagine corporea è innanzitutto una creazione sociale», poneva l’attenzione su due assunti fondamentali: il primo è il corpo come strumento di comunicazione, che oltrepassa i confini biologici abbracciando quelli dell’esperienza vissuta; il secondo è il corpo come strumento di relazione e intessuto esso stesso di relazioni, suggerendo anche che il corpo isolato è un corpo che si ammala.

La mente migrante e il migrante che mente

Seduto con le spalle un po’ curve in punta di sedia, nell’accettazione del Centro di Salute Mentale di una sonnolenta città di provincia, M. risponde alle solite domande che l’infermiera gentile gli rivolge allo scopo di compilare l’ennesima cartella clinica: nome e cognome – come sempre finiscono per essere invertiti e con qualche piccolo errore di trascrizione…poco male, i servizi l’hanno già “ribattezzato” molte volte da che è in Italia -, data di nascita – presunta -, luogo di nascita – “basta lo Stato di provenienza…già è molto se conosciamo quello!” -, tipo di permesso di soggiorno – umanitario per motivi di salute – , età – a spanne -, stato civile, numero di figli –“Ah tre!Davvero? Così giovane e già tre figli!”.